Loading...

Torta maxi paradiso

Maxi Paradiso

torta maxi paradiso.jpg

Per la torta:
300 g di burro morbido
300 g di zucchero
150 g di fecola
150 g di farina 00
8 tuorli
4 albumi
1 bustina di lievito
q.b. vaniglia
q.b. scorza di limone
q.b. zucchero a velo vanigliato

Per la farcia:
1/2 l di latte
scorza di 1 limone
100 g di farina
100 g di zucchero
q.b. vaniglia
325 ml di panna da montare
1 foglio di colla di pesce

Preparazione per la torta: Montare gli albumi con 50 g di zucchero e mettere da parte. Montare molto bene il burro con 250 g di zucchero. Sbattere i tuorli con una forchetta e pian, piano inglobarli nel composto di burro e zucchero.

Ora aggiungere le polveri setacciate poco alla volta fino a completo assorbimento. Poi la vaniglia e il limone e per ultimo gli albumi montati a neve girando delicatamente la massa dal basso verso l’alto. Infornare.

Una volta cotta, lasciar raffreddare e riporre in frigo per un paio d’ore, tempo utile per permettere di tagliare agevolmente la torta in un rettangolo e poterla poi farcire.

Preparazione per la farcia: Mettere in ammollo la colla di pesce per 10 min. in acqua fredda.

Far scaldare il latte con la scorza di limone.

In un altro pentolino mettere la farina e poco alla volta allungare con parte del latte tiepido.

Filtrare ed unire lo zucchero, la vaniglia, il resto del latte e 125 ml di panna.

Riportare sul fornello e far addensare dolcemente usando una frusta. Far riposare 5 min. poi scioglierci dentro la gelatina amalgamando molto bene.

 Riporre in frigo fino a completo raffreddamento (coprire con pellicola a contatto).

Trascorso il tempo, montare i 200 ml di panna profumata alla vaniglia ed incorporarla delicatamente alla crema di latte (esattamente come si procede con una chantilly). Riporre la farcia in frigo per un paio d’ore prima di farcire la torta.

Cottura della torta: 160° in forno preriscaldato per 35 min in ventilato o 180° per 40 min. in forno statico.

Torta maxi paradisoultima modifica: 2018-01-22T08:42:21+01:00da shopper2000
Reposta per primo quest’articolo
Loading...

Add a Comment